26 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Domenica 27 Novembre 2016 - Gara 7 - Campionato Serie D di Sabato 26 Novembre 2016 – Fase Regolare

27-11-2016 12:31 - News Generiche
TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi 3
ASD Aurora Volley Appignano 2
PARZIALI: 25-22, 19-25, 23-25, 25-17, 19-17
Arbitro: Merendoni Paolo
Migliori: Filipponi, Pirani, Gobbi, Ferranti, Ambroggio, Bravi
TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi: Brunetti, Carloni, Fagioli, Ferranti, Filipponi , Gobbi, Lombardi, Pirani, Silvestrini, Taddei, Valeri, Ambroggio (L). All. Massaccesi.
ASD Aurora Volley Appignano: Bravi, Calisti, Capon, Cardoni, Cenci, Cervigni, Cotognini, Marsigli, Paolantoni, Serafini, Coppari (L). All. Mobbili.
Jesi. Ogni gara di questo appassionante campionato di Serie D riserva qualche sorpresa. Ieri le aspettative non sono state tradite.
Punto primo; una gara vinta dalla nostra Termoforgia Sicur Clean Volley Jesi contro un Appignano veramente degno della testa della classifica che ancora tiene (da oggi a pari punti con la Lube Civitanova).
Punto secondo: una gara da far venire infarti a ripetizione, tanti sono stati i cambi marcia delle due formazioni nel corso dei 5 lunghi set.
Fughiamo subito ogni dubbio, l´arbitraggio del Signor Merendoni è stato al limite della perfezione; un unico errore a nostro favore al quinto set (tie break) sul punteggio da brivido di 18-17, che non vedendo un nostro tocco di palla a muro su attacco avversario, ci fa concludere la gara sul 19 a 17. Un pallone vale per 5 set? No. Siccome in questi anni di articoli, lo abbiamo sempre ribadito a voce alta (e più volte redarguito i ragazzi quando serviva) dispiace per gli avversari che l´unico errore sia avvenuto proprio all´ultimo punto, ma nulla toglie alla vittoria e meno che meno all´intensa (bella a tratti ma intensa sicuro) gara giocata da ambedue le formazioni. Due squadre di indiscusso livello per una fase regolare di campionato di Serie D.
Quindi gioia per noi, ma complimenti sinceri per un Appignano comunque corretto sia in campo che soprattutto sugli spalti.
Detto questo fare la cronaca di 5 set e condensarla in poche righe non è facile. Ci aiuta riportare l´andamento dei punteggi dei parziali nei 5 set. Ecco qua:
Primo Set: 8-4, 16-11, 25-22
Secondo Set: 8-8, 12-16, 19-25
Terzo Set: 8-5, 16-9, 23-25
Quarto set: 8-4, 16-12, 25-17
Quinto Set: 8-7, 15-15, 19-17
Inizio di gara subito in quarta per la TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi, primo set sempre in vantaggio e mai in discussione. Gioco lineare e a tratti devastante da tutte le zone, con una ricezione-attacco che funziona, e primo set che scivola via fino al 25-22 finale che in realtà pesa molto di più. Un inizio a cui i nostri giovani non ci hanno abituato spesso; questo costringe l´Appignano a rischiare il servizio cercando le zone di inserimento di Jesi, ma trovando una discreta quantità errori in battuta che ci motivano di più e innervosiscono gli avversari.
Dopo un primo set vinto così che ti aspetti dal secondo set? Infatti avviene il contrario. Appignano si ricorda di essere la capolista. Trova ritmo di gioco, compattezza in ricezione-attacco, e soprattutto cambia drasticamente l´efficacia al servizio. Punto a punto fino al 9 pari ma poi gli avversari prendono il largo e la differenza di punti si mantiene e anzi aumenta fino al 19-25 finale.
1 set pari e tutto da rifare.
Terzo set di nuovo con un cambio di fronte. I leoncelli ripartono col freno a mano giù e prendono subito il largo fino all´ 8-5. E da lì continua il gioco essenziale e efficace della formazione jesina fino ad un 16 a 9 del tutto inaspettato, contro un Appignano che ritrova i fantasmi del primo set ed oltre all´incertezza in tutti i fondamentali torna a sbagliare tanto al servizio. Eh già, e poi? Poi luce spenta in casa della TermoForgia Sicur Clean Volley Club Jesi. Dal 16 a 9 i giovani jesini fanno di tutto per sbagliare l´impossibile e l´Appignano come una fenice risorge dalle sue ceneri e assesta il suo gioco soprattutto quando in cattedra sale il palleggiatore Bravi che prende letteralmente per mano la squadra fino all´incredibile 23-25 finale.
Si va al quarto set e di nuovo un´altra gara nella gara. Azzerando quanto visto finora. Lo strapotere si gioca tutto al Servizio e poi sul contrattacco. Nel senso che come sappiamo la battuta è il primo fondamentale di attacco, e con un´efficacia come quella vista nel quarto set da parte di Jesi per Appignano diventa difficile sviluppare il suo gioco. A far da padroni sono soprattutto le due maxi serie di 5 punti ciascuno (non diretti ma come suddetto provocati) che lo schiacciatore jesino Gobbi mette a segno all´inizio di set fissando il primo step sull´ 8-4 e la seconda dello schiacciatore jesino Ferranti che inchioda il tabellino sul 21-14. Due serie che consentono a capitan Filipponi e ai nostri centrali Valeri e Taddei di fare il bello e il cattivo tempo. Quarto set a Jesi in finale con un perentorio 25-17.
2 set pari; a questo punto il tie break diventa una battaglia che mostra come siano forti queste due formazioni. Equilibrio perfetto e gioco godibile da ambedue le parti e si va già al cambio di campo sull´ 8-7 per Jesi ma l´equilibrio si sente e si vede. Si prosegue ed oltre alle tachicardie del pubblico si assiste all´ennesimo match nel match. Gioco di altro livello e si prosegue punto a punto fino al 15 pari. Da qui al 16 pari e poi al 17 pari il passo è breve ma sembra passare un´eternità. Servizio per Appignano, cambiopalla per Jesi ed è 18-17. Altro mattatore della serata al servizio, su un punteggio così è il nostro palleggiatore Pirani che mette in crisi la ricezione dell´Appignano, free ball di contrattacco per Jesi e 19-17 finale (ultimo punto già descritto sopra).
Gioia e felicità per un 3 a 2 che raccontato non è come viverlo.
Onore altissimo agli avversari ma la vittoria dei giovani Leoncelli stavolta va festeggiata per il cuore che si è visto in campo.
Critiche al nostro potenziale? Si ne abbiamo fatte nei resoconti passati e in parte valgono ancora oggi; ma non serve ribadirle ora.
Mister Massaccesi, i ragazzi stessi, lo Staff sanno il potenziale di questa Squadra che da quasi due anni non è più un gruppo di giovani ma una Squadra con S maiuscola, che inizia a conoscere i suoi limiti e sa dove insistere per migliorarsi. Sia ben chiaro... Dentro il campo ma anche fuori perché le due cose non vanno mai scisse.
This is VolleyBall
This is our VolleyBall
#ilmiosportèdifferente


Fonte: Asd Volley Club Jesi

Realizzazione siti web www.sitoper.it